Ma agli occhi dei turisti cinesi, cosa ha l’Italia meno del Canada?? Niente, tranne il marketing…

Ebbene si! Siamo la prima destinazione al mondo in termini di numero Patrimoni Unesco, praticamente l’unica così ricca di storia, cultura, gastronomia, lifestyle, shopping….eppure la crescita dei turisti cinesi in Italia non è così consistente come in altri Paesi, come il Canada.

Il turismo cinese in Canada è cresciuto nell’ultimo anno del 24%, contro il nostro, seppur buono, 14,5% (fonte: Ministero Affari Esteri). Sicuramente su questo hanno influito la creazione di nuovi voli diretti e la facilità di ottenimento dei visti…Ma non è solo questo. Solo per fare un esempio, gli Stati Uniti, che hanno messo nuovi voli e hanno una policy ottenimento visti molto snella, hanno visto diminuire il numero di turisti cinesi inbound nel 2017.

La differenza è fatta dalla lungimiranza dei Governi nel definire una strategia chiara di comunicazione e marketing verso il turista cinese e l’allocazione di budget consistenti su questo tema.

Il sito del Turismo Canadese è stato fra i primi 3 nel ranking 2017 dei siti Wechat della categoria (Destination Management Organizations DMO).

Vediamo perché:

  • Si è focalizzata l’attenzione dei clienti cinesi sul paesaggio naturalistico canadese con uno stile accattivante e una campagna marketing attenta.
  • E’ stato fatto anche un account wechat b2b, per lo scambio di informazioni fra tour operators (ottenimento del visto, gli eventi b2b etc.)
  • Non solo la Nazione, ma ache le singole regioni hanno il loro social media marketing verso la clientela cinese.
  • E’ stata costituita una vera e propria Tourism Academy, per spiegare al tour operator cinese quali sono gli aspetti più importanti del Canada e come vendere questa travel destination ai turisti cinesi.
  • Sono state create delle mini app di Wechat specifiche sui parchi naturalistici, per fornire una guida interattiva ‘location based’, che informa il turista su tutte le attrazioni, gli alberghi, i negozi vicino al cliente cinese.

Abbiamo capito che il Canada ha sfruttato bene le leve di marketing a disposizione, ma anche altre Nazioni hanno fatto lo stesso, e questa popolarità spesso non va di pari passo con l’attrattività oggettiva delle Nazioni. Guardate il ranking di popolarità del Paese su Wechat (che da una buona indicazione di quanto la nazione sia ‘conosciuta’ al livello digitale).

E’ triste vedere che la Finlandia sia più forte di noi in termini di popolarità. Senza niente togliere alla Finlandia, direi che abbiamo qualche carta da spendere e che non spendiamo….Pensate che quello che vedete è il ranking della popolarità degli account Wechat sulle Nazioni straniere.

Consideriamo che ogni nazione ha spesso un social media marketing ‘cinese’ più legato alle Regioni, alle città, alle singole destinazioni.

In questo caso, confrontando il marketing territoriale di altre Nazioni con quello italiano, il distacco cresce….il panorama delle azioni di marketing verso la clientela cinese sul settore turismo è desolante. Pochissime le città e le regioni attrezzate: nemmeno Milano, Venezia e Roma lo sono.

Considerando che già oggi i turisti cinesi sono più di 3,5 milioni e che solo il 6% dei cinesi ha il passaporto, direi che si può discutere sul comepubblicizzare le proprie destinazioni verso il pubblico cinese, quali siano gli strumenti più giusti, quale budget investire, quali ritorni aspettarsi….ma discutere sul ‘se’ questo investimento debba essere fatto, penso sia veramente poco lungimirante…..

Ti interessa questo argomento? Contattaci per saperne di più!

Per maggiori informazioni su Digital Marketing in Cina, visita il nostro sito Digital to Asia, o segui Digital to Asia su LinkedIn o Facebook. Digital to Asia è una società di consulenza basata a Milano e focalizzata sul mercato digitale cinese, che propone soluzioni ‘end to end’ per le aziende italiane e europee che vogliono promuovere o vendere i loro prodotti e servizi ai clienti cinesi tramite i canali digitali.

Digital to Asia – Your digital gateway to China

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *